Stampa
Categoria: News
Visite: 362

Nonostante sia già passato un anno dall'arrivo del Covid19, le problematiche che questo ha portato con sè ci sembrano ancora molto attuali. La speranza che lentamente riscalda i nostri cuori, grazie all'arrivo del vaccino, ancora non è sufficiente a restituirci la libertà che desideriamo.

Un fortissimo segnale di ottimismo arriva però da Israele!

Israele è il primo Paese per numero di vaccinati in rapporto alla popolazione totale, avendo raggiunto quasi 4 milioni di persone già immunizzate e proseguendo questa opera addirittura con i teen agers!

Le scuole stanno riaprendo, i negozi su strada ricominciano la vendita e i grandi centri commerciali si preparano per accogliere il loro pubblico.

Gli alberghi prendono nuovamente le prenotazioni e gli artisti locali si preparano per i prossimi spettacoli.

L'aeroporto di Tel Aviv invece è ancora momentaneamente chiuso e permette l'igresso e la partenza di voli Israir o Arkia solo per Francoforte e in ogni caso previa autorizzazione governativa. La riapertura è prevista per il 7 marzo, ma non possiamo sapere se il Governo deciderà di posticiparla.

Il Governo Israeliano sta infatti  lavorando a un progetto che permetta la riapertura del turismo internazionale, e per la sicurezza e la salute di tutti sta ideando un "piano Covid19" che comprenderà rigidi protocolli che tutte le infrastrutture di ospitalità turistica dovranno seguire.

Questo significa che presto potremo tornare a passeggiare per i vicoli della Città Vecchia di Gerusalemme, ad ammirare le rive del Lago di Tiberiade, a correre sul lungomare di Tel Aviv o a bagnarci nelle acque del Mar Morto.

Un sogno che sembra ci stia avvicinando a piccoli passi ad una nuova, tanto attesa, realtà.