Stampa
Categoria: Diari di Viaggio

 

Anche quest'anno Alpitour ci ha voluto dimostrare il suo riconoscimento, regalandoci un quadro personalizzato, parte di una collezione iniziata tre anni fa, dimostrazione della stima reciproca che lega le nostre aziende.

Per questo vi vogliamo raccontare come negli anni abbiamo costruito un rapporto professionale fatto di stima e fiducia reciproca con il gruppo Alpitour.

La Viss Travel, nel 1978 una piccola agenzia di viaggi del quartiere Marconi di Roma, ha da sempre selezionato i migliori tour operator italiani con i quali collaborare, tra i quali il Gruppo Alpitour, di cui ha sposato la filosofia della famosissima pubblicità turista fai da te, no Alpitour? Ahi ahi ahi! Oggi, dopo ben 42 anni, cresciuta anche per dimensione, non abbandona certo questa idea, continuando a tenere al primo posto la vostra soddisfazione e selezionando ancora oggi i migliori Tour Operator sul mercato.

Negli anni '80 non c'era ancora internet, eppure Alpitour ha sentito l'esigenza di mettere subito in chiaro quanto fosse importante il suo ruolo in termini di sicurezza e affidabilità, di fatto dando un forte segnale (di cui ha beneficiato il turismo tutto) a tutti i viaggiatori , che affidarsi ai professionisti rendeva la vacanza più vera.

Per un'agenzia di viaggi sapere che i propri clienti possono essere assistiti in qualsiasi momento e destinazione è fondamentale, e per questo la fiducia con il tour operator a cui li affida deve essere totale.

Rispetto agli anni '80 il mondo intorno a noi sembra irriconoscibile, tutto ci appare più vicino e viaggiare è finalmente diventato alla portata di tutti, dando quasi l'impressione che quella pubblicità non sia più attuale.

La Viss Travel invece non se l'è mai scordata ed ha continuato ad affidarvi tra gli altri a Viaggidea, parte del gruppo Alpitour che da allora si è ingrandito ancora di più, aumentando le destinazioni e raggiungendo quasi ogni parte del mondo con la stessa professionalità che l'ha sempre contraddistinto.

Non possiamo non ricordarci che proprio quest'anno Alpitour ha riportato a casa i suoi passeggeri senza lasciare indietro nessuno, con uno sforzo anche economico che il famoso "viaggiatore fai da te" ha dovuto affrontare da solo.

Ricevere questo piccolo regalo da un grande gruppo è quindi per noi motivo di orgoglio.